5 tecniche per massimizzare la produzione

L’importanza di avere il controllo

Fino a pochi anni fa era più facile ottenere credito. Questo però, succedeva prima di una crisi finanziaria, diversi problemi politici e gestionali che hanno bloccato la crescita del paese e una pandemia globale.

All’epoca, non esisteva una correlazione sicura tra bilancio negativo e fallimento di un’azienda. Questo perché la liquidità immessa dalle banche permetteva comunque alle aziende di investire sulla propria crescita.

Nel 2021, invece, un bilancio negativo può significare:

  • Crisi di liquidità;
  • Impossibilità di investimento;
  • Impossibilità di accedere al credito
  • e riduzione della capacità produttiva.

La linfa vitale di ogni azienda è la propria liquidità. L’assenza di essa o di un’adeguato investimento, porteranno quasi certamente al fallimento.

Segnali d’Allarme

Alcuni segnali che possono farci capire se ci stiamo avvicinando ad una crisi di liquidità sono:

  • Vendite in calo;
  • Eccessive giacenze in magazzino;
  • Eccessivi crediti non riscossi.

Quando si verificano queste condizioni in maniera sistematica, significa che il tuo cash flow sta per andare in negativo (se non lo è già).

Cos’è il cashflow

Sono i movimenti di capitale, che entrano ed escono dalla tua azienda.

Esistono due tipologie di flussi di cassa:

  • Flussi di cassa positivi: quando gli incassi superano l’ammontare delle spese.
  • Flussi di cassa negativi: quando spendi più di quanto guadagni.

Attenzione a non confondere i flussi di cassa con il profitto:

  • flussi di cassa sono le entrate e le uscite necessari a mantenere in vita l’intero ecosistema dell’attività.
  • Il profitto è il risultato della differenza tra tutte le entrate e tutte le uscite.

Come evitarlo

L’unico modo per evitare che questo accada, è quello di controllare scrupolosamente le attività della nostra azienda.

  • Cancolando il capitale operativo necessario;
  • Tenendo in considerazione il Break Even Point;
  •  

Il Break Even Point è letteralmente il “punto di pareggio” ossia la quantità di prodotti venduti necessaria a coprire i costi sostenuti.

Un buon imprenditore o manager sa che questo non è l’unico indicatore da tenere in considerazione. Questo perché  moltissime aziende sono teoricamente profittevoli, vendendo abbastanza da raggiungere e superare il proprio Break Even Point, ma hanno comunque problemi di liquidità a causa delle insolvenze dei pagamenti.

Per superare questo problema, è necessario calcolare il Working Capital. Indispensabile per garantire l’operatività dell’azienda nel breve periodo.

il Capitale operativo (o working capital) è l’ammontare delle risorse che permettono ad un’attività di sopravvivere.

Come calcolarlo?

Con una semplice differenza tra attività a breve termine e passività a breve termine.

  • Le attività a breve termine sono
    • Cassa: ossia la propria liquidità;
    • Scorte: materie prime, semilavorati o prodotti finiti;
    • Crediti verso clienti: crediti commerciali prevedibilmente solvibili;
    • Anticipi a fornitori.
  • Le passività correnti sono:
    • Debiti verso fornitori
    • Debiti verso dipendenti
    • Tasse

Se il capitale operativo risulterà negativo, significa che la nostra attività non sarà in grado di pagare le passività nel breve periodo, rischiando di diventare insolvente.

Come risolvere un’eventuale crisi

Se rischi di diventare insolvente, esistono diversi modi per tentare di risolvere il problema:

  • Finanziamento a breve termine: può offrirti la liquidità  necessaria per superare lo scarto tra i pagamenti che devi effettuare e quelli che devi riscuotere.
  • Finanziamento a lungo termine: ti permetterà di dilazionare ingenti spese e di preservare il tuo working capital.
  • Velocizza il recupero dei crediti: termini di pagamento più stringenti o supporto legale possono essere un’ottima soluzione.
  • Liquida una parte del tuo patrimonio: attrezzature obsolete, giacenze di magazzino e così via. Valuta di utilizzare sconti e offerte se i beni che vuoi liquidare hanno una scadenza breve.
  • Posticipa i pagamenti (quando è possibile): se hai dei fornitori con cui lavori da molto tempo, chiedi una dilazione del pagamento per preservare il tuo working capital.

Evita gli sprechi

Una struttura aziendale che funziona bene, unita all’ottimizzazione dei processi produttivi e logistici ti permetterà di mantenere un punto di pareggio più basso e un working capital positivo.

Ecco 5 tecniche per massimizzare la produzione ed evitare gli sprechi:

Per rendere sempre più efficiente la tua azienda e aumentare il profitto, puoi richiedere una mappatura aziendale.

la nostra storia

Tra i più alti standard in italia

5/5
+ 0
Aziende servite
+ 0
Certificazioni e patentini
+ 0
Ore di formazione
+ 0
Specialisti a disposizione

Ingegneri in Affitto?

Ing. Federico Bellenzier

Federico Bellenzier è un imprenditore e ingegnere toscano con 20 anni di esperienza nei moderni sistemi di ottimizzazione produttiva, qualitativa e organizzativa.

È specializzato in tecniche di project management coadiuvate dalla capacità di controllare l’efficienza produttiva ed economica aziendale.

partecipa al tour di ingegneri in affitto nelle migliori aziende produttrici d'italia

Privacy Policy Cookie Policy